Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Utenti e famiglie Progetto nuova RSD Montalto di Fauglia
Azioni sul documento

Nuova RSD di Montalto

Illustrazione del nuovo progetto RSD di Montalto

L’istituto di Montalto rientra tra quei plessi che svolgono attività riabilitative sul territorio; in particolare l’attività svolta di carattere sanitario e socio assistenziale presente da molti anni si differenzia in due sezioni: RSD e IRM.

L'edificio esistente A seguito dell’entrata in vigore della normativa sull’Accreditamento degli Istituti di Ricovero e Cura, si è evidenziata la necessità di un adeguamento funzionale della sezione di degenza. Il progetto di riqualificazione prevede la totale demolizione della struttura esistente denominata officine di Montalto, in pessimo stato di manutenzione e lesionata da cedimenti differenziati del versante sud, la completa sostituzione e la risagomatura totale dell’area circostante.

Il nuovo complesso RSD vistaIl piano di Riqualificazione ambientale per l’area specialistica, conferma la previsione dello strumento comunale di creare nella zona di Montalto un centro di eccellenza regionale per la cura e la Il nuovo complesso RSDriabilitazione di patologie neuropsichiatriche.

Parallelamente alla creazione di strutture adatte a questo tipo di attività il piano attuativo prevede la dotazione di spazi e collegamenti non necessariamente utilizzabili solo dagli utenti delle strutture sanitarie, come i campi di calcetto ed i percorsi pedonali, con l’intento di mettere a sistema con il territorio un’attività fin troppo autoreferenziale.

Il piano di riqualificazione dell'areaIl ripristino della viabilità pedonale con il capoluogo, i collegamenti tra zona sportiva e villa Petri rispondono anche all’esigenza non del tutto marginale di riqualificazione ambientale, che associata alla ripulitura dei boschi dalle essenze infestanti ripristina quell’equilibrio tra uomo natura necessario per la salvaguardia del territorio rurale.

La collocazione dell’area sportiva recepisce quando stabilito dalla regolamento urbanistico. L’intento principale è stato quello di individuare una struttura che potesse essere utilizzata sia dai cittadini di Fauglia che dai ragazzi ospitati nel centro riabilitativa. Poter così creare quelle condizioni di interscambio relazionale basilari per l’integrazione nel territorio di ogni attività di qualsiasi natura.

I percorsi pedonali in parte implementano l’offerta sul territorio cercando di mettere a sistema l’intera area di progetto.

L’implementazione del sistema dei parcheggi risponde ad esigenze normativo-funzionale e di contestualizzazione ambientali necessari per la corretta vivibilità del sito.

Ultime notizie
02/11/2018 Quando la tecnologia porta a casa elevati livelli di riabilitazione: volge al termine Tele-UPCAT il progetto dell’Irccs Fondazione Stella Maris in collaborazione con la Scuola Superiore Sant’Anna Venerdì 2 novembre dalle 15,30 a Calambrone si terrà il bilancio del progetto di ricerca: “Osservare per imitare, aiuta a imparare e curare”
02/11/2018 lettera dell’avv Giuliano Maffei, in ringraziamento ai tantissimi che hanno fatto donazioni a favore della Fondazione Stella Maris in memoria di Filippo Arpesani AGLI ORGANI DI STAMPA
31/10/2018 Osservare per imitare MI AIUTA ad imparare VENERDI' 2 NOVEMBRE 2018 ORE 15.30 Evento conclusivo del progetto di ricerca: partecipanti, famiglie e ricercatori a confronto
31/10/2018 Mezzanotte di Fuoco Stella Maris ha il carisma di essere una vera testimone di Carità, in quanto da noi la Scienza e l’Amore sono compenetrati
04/10/2018 L’ARIS a proposito dell’open day della riabilitazione indetto dalla CEI Il senso vero dell’accoglienza
Altre notizie…