Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Notiziario Rassegna Stampa Nel nome della salute dei bambini, Meyer e Stella Maris firmano l’accordo per percorsi integrati di assistenza clinica e collaborazione sulla ricerca
Azioni sul documento

Nel nome della salute dei bambini, Meyer e Stella Maris firmano l’accordo per percorsi integrati di assistenza clinica e collaborazione sulla ricerca

Firenze, 23 dicembre 2015 - Le due istituzioni toscane che si occupano della salute dei bambini e degli adolescenti si accordano per percorsi integrati di assistenza clinica e collaborazione sulla ricerca. E’ questo il significato dell’accordo quadro quinquennale siglato oggi tra l’Ospedale pediatrico Meyer e l’IRCCS Fondazione Stella Maris di Calambrone (Pisa) che amplia le attività di collaborazione in ambito scientifico ed assistenziale.

Firma Accordo

 

Si tratta di un’intesa importante, quella firmata da Alberto Zanobini, Direttore  Generale del Meyer, da Giuliano Maffei, Presidente della Stella Maris e da Luigi Dei, Rettore dell’Università di Firenze, perché sancisce una forte collaborazione sotto il profilo scientifico, favorendo lo sviluppo di progetti nel settore delle malattie pediatriche e in particolare in quelle neurologiche e psichiatriche in età evolutiva, nonché le innovazioni diagnostiche, tecnologiche e terapeutiche, e una altrettanto salda collaborazione nei percorsi assistenziali per la cura di patologie nelle quali le due istituzioni sono centri di riferimento nazionale.

 

Sotto questo profilo il Meyer e la Stella Maris hanno indicato i settori diagnostici e terapeutici coinvolti nelle collaborazioni interaziendali. L’accordo quadro riguarda quindi l’emergenza psichiatrica in preadolescenza e adolescenza per cui viene previsto un percorso di accesso per i pazienti provenienti dal Meyer; l’epilessia che rappresenta il tradizionale campo di collaborazione tra i due enti; la neuro-oncologia pediatrica con la promozione di progetti di diagnostica avanzata di neuroimaging.

 

Anche l’autismo è al centro di questo accordo mediante la definizione di una maggiore continuità assistenziale tra la fase diagnostica e quella del trattamento,  così come l’ADHD  (Attention Deficit Hyperactivity Disorder) ci cui la Stella Maris è un riconosciuto centro di riferimento nazionale, e i  disturbi neurovisivi in  età evolutiva oggetto di una collaborazione e integrazione tra diagnosi e terapia.

 

Un altro settore in cui la collaborazione tra le due istituzioni è radicata, riguarda l’imaging a campo ultra alto, quale è appunto il lavoro di ricerca svolto dalla Fondazione Imago 7 che gestisce l’unica Risonanza Magnetica 7 tesla attiva in Italia. Della Fondazione Imago 7 fanno parte, tra gli altri,  il Meyer e la Stella Maris. Un settore questo che in virtù dell’accordo quadro troverà ulteriore slancio mediante lo sviluppo di innovazioni diagnostiche, tecnologiche e terapeutiche.

Ultime notizie
02/11/2018 Quando la tecnologia porta a casa elevati livelli di riabilitazione: volge al termine Tele-UPCAT il progetto dell’Irccs Fondazione Stella Maris in collaborazione con la Scuola Superiore Sant’Anna Venerdì 2 novembre dalle 15,30 a Calambrone si terrà il bilancio del progetto di ricerca: “Osservare per imitare, aiuta a imparare e curare”
02/11/2018 lettera dell’avv Giuliano Maffei, in ringraziamento ai tantissimi che hanno fatto donazioni a favore della Fondazione Stella Maris in memoria di Filippo Arpesani AGLI ORGANI DI STAMPA
31/10/2018 Osservare per imitare MI AIUTA ad imparare VENERDI' 2 NOVEMBRE 2018 ORE 15.30 Evento conclusivo del progetto di ricerca: partecipanti, famiglie e ricercatori a confronto
31/10/2018 Mezzanotte di Fuoco Stella Maris ha il carisma di essere una vera testimone di Carità, in quanto da noi la Scienza e l’Amore sono compenetrati
04/10/2018 L’ARIS a proposito dell’open day della riabilitazione indetto dalla CEI Il senso vero dell’accoglienza
Altre notizie…