Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Notiziario Comunicati Stampa Il Memorial Viviani sostiene la Stella Maris
Azioni sul documento

Il Memorial Viviani sostiene la Stella Maris

DOMENICA 2 GIUGNO PRESSO LA POLISPORTIVA ALBERONE, VIA FAINATI, S. GIUSTO, PISA In occasione del Memorial Enrico Viviani della Polisportiva Alberone parte del ricavato del mini torneo di calcio giovanile verrà destinato alla Neurogenetica della Fondazione Stella Maris

Pisa - Nel segno della più avanzata ricerca di Neurogenetica realizzata all’IRCCS Fondazione Stella Maris a favore dei bambini colpiti da autismo, epilessia, distrofia muscolare. E’ l’obiettivo che la Polisportiva Alberone insieme all’Associazione Amici della Stella Maris, si sono posti dedicando la manifestazione del Memorial intitolato ad Enrico Viviani che si terrà domenica 2 giugno sul perimetro verde di via Fainati, nel quartiere di San Giusto a Pisa. In occasione del Torneo di calcio giovanile che vedrà in competizione le 4 squadre Lucca7 (attuale detentrice del Trofeo),  Sampdoria, Anno 2000, AC Pisa 1909 e Us Pontedera, parte del ricavato sarà devoluto alla Neurogenetica della Stella Maris per acquisire la strumentazione necessaria alla realizzazione di una postazione dedicata all’analisi di lettura del DNA con metodologie di nuova generazione. In questo modo la Polisportiva Alberone, grazie alla sensibilità del suo Presidente Stefano Panicucci, consentirà alla Fondazione di contribuire all’ammodernamento della tecnologia di analisi dei suoi laboratori di ricerca.


“La nuova strumentazione acquisita con questa lodevole iniziativa - dice Filippo Maria Santorelli, neurologo responsabile del Laboratorio - permetterà anche un salto di qualità nella realizzazione di progetti di ricerca in malattie genetiche specifiche come l’autismo, l’epilessia e le distrofie muscolari”.


"La nostra Associazione, da sempre vicina alla Stella  Maris - dice Giuseppe De Vito Presidente dell'Associazione Amici della Stella Maris -, vuole ringraziare gli organizzatori di questa manifestazione e tutti coloro che la renderanno possibile, le squadre, i giovani calciatori e le loro famiglie. Molti dei ragazzi che si rivolgono alla Stella Maris non possono giocare a calcio o praticare altri sport, o almeno non sanno farlo bene come questi giovani sportivi, però vi assicuro che i ragazzi di Stella Maris sanno applaudire!”


“Sono sempre più convinto che le compagini sportive giovanili debbano dedicarsi con sempre maggiore impegno ai temi della ricerca, della scienza e del sociale, condividendone i valori profondi e comuni - dice Stefano Panicucci, Presidente dalla Polisportiva Alberone -. Pur essendo pisani non conoscevano l’elevata importanza della ricerca scientifica che viene svolta alla Fondazione Stella Maris. Scoprirlo è stato per noi un orgoglio e una sorpresa: da qui la decisione di sostenerla con una manifestazione nella manifestazione che vede i giovani, adulti del futuro, competere tra loro nel nome di quella scienza che offre risposte positivi a quegli stessi coetanei meno fortunati perchè affetti da gravissime malattie neurologiche. In questo caso il calcio vuole fare bene”.

Ultime notizie
02/11/2018 Quando la tecnologia porta a casa elevati livelli di riabilitazione: volge al termine Tele-UPCAT il progetto dell’Irccs Fondazione Stella Maris in collaborazione con la Scuola Superiore Sant’Anna Venerdì 2 novembre dalle 15,30 a Calambrone si terrà il bilancio del progetto di ricerca: “Osservare per imitare, aiuta a imparare e curare”
02/11/2018 lettera dell’avv Giuliano Maffei, in ringraziamento ai tantissimi che hanno fatto donazioni a favore della Fondazione Stella Maris in memoria di Filippo Arpesani AGLI ORGANI DI STAMPA
31/10/2018 Osservare per imitare MI AIUTA ad imparare VENERDI' 2 NOVEMBRE 2018 ORE 15.30 Evento conclusivo del progetto di ricerca: partecipanti, famiglie e ricercatori a confronto
31/10/2018 Mezzanotte di Fuoco Stella Maris ha il carisma di essere una vera testimone di Carità, in quanto da noi la Scienza e l’Amore sono compenetrati
04/10/2018 L’ARIS a proposito dell’open day della riabilitazione indetto dalla CEI Il senso vero dell’accoglienza
Altre notizie…