Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Attività e organiz. Assistenza, cura e riabilitazione Rischio Clinico
Azioni sul documento

La gestione del Rischio Clinico

La gestione del rischio clinico è un processo che mira ad un miglioramento continuo della pratica clinica attraverso modalità organizzative in grado di individuare e tenere sotto controllo i rischi. Di ridurre al minimo il verificarsi degli errori e di garantire, per quanto è possibile, la sicurezza dei pazienti in tutte le fasi dei percorsi assistenziali.


Il processo di gestione del rischio clinico deve basarsi non sulla ricerca della colpa ma sull’opportunità di apprendere dall’errore. E' importante supportare le abilità e le conoscenze di tutti gli operatori sanitari nonchè la motivazione per identificare e gestire i rischi insiti nell'esercizio della pratica clinica sanitaria per attuare una prevenzione sempre più efficace. il processo di gestione del rischio clinico coinvolge tutti gli operatori sanitari ed è finalizzato a promuovere una cultura di apperendimento dall'errore, a condividere percorsi, protocolli, procedure assicurando anche quell'accountability così importante per la qualità e la sicurezza dei servizi. Si avvale dal punto di vista organizzativo di un referente per la gestione del rischio, il Clinical Risk Manager, di un Gruppo di lavoro aziendale per la Gestione del Rischio Clinico, di  un Comitato per la sicurezza, di un Facilitatore per ogni Presidio e di un programma condiviso.

 Nel processo sono previste alcune fasi: l’identificazione, la valutazione, il trattamento, il monitoraggio e la prevenzione del rischio.


Per ciascuna di queste fasi sono stati  individuati degli strumenti specifici, adottati anche nel nostro Istituto: 

  • l’incident reporting e i giri per la sicurezza (o safety walkaround) per l’identificazione dei rischi,
  • l’audit clinico e le rassegne di morbilità o mortalità ( o M&M ) per la valutazione dei rischi e la formazione del personale in tema di rischi, eventi avversi o potenzialmente avversi,
  • la metodologia F.M.E.A. per l’approfondimento di processi ad alto rischio.
  • verifiche di follow-up, revisione delle cartelle cliniche per il monitoraggio.

 

Per la gestione del Rischio Clinico e la promozione della Sicurezza dei Pazienti nell’anno 2013 si prevedono i seguenti  obiettivi:


- promuovere la cultura della sicurezza,
- rilevare i rischi presenti nella realtà aziendale,
- intraprendere azioni mirate ad individuare, ridurre e prevenire l’incidenza di eventi avversi per pazienti ed operatori,
- migliorare la qualità del servizio offerto ai pazienti,
- dare un ruolo più attivo al cittadino-fruitore, nel nostro caso al genitore del paziente oltre che, quando è possibile, al paziente stesso, mediante un maggiore coinvolgimento nelle attività di gestione del rischio,

- migliorare i livelli di comunicazione: comunicazione interna, comunicazione difficile,

- applicazione di buone pratiche e raccomandazioni del Ministero della Salute
- favorire lo sviluppo di strumenti per la sicurezza del paziente.

Ultime notizie
04/10/2018 L’ARIS a proposito dell’open day della riabilitazione indetto dalla CEI Il senso vero dell’accoglienza
03/10/2018 Giornata Mondiale per la Paralisi Cerebrale Migliorare la qualità di vita per bambini e ragazzi: alla Stella Maris l’incontro promosso insieme alle Associazioni Coordinamento Etico dei Caregiver e ASD EppuresiMuove Avviato nell’Istituto pisano il nuovo Centro Terapia innovative nella Paralisi Cerebrale Venerdì 5 ottobre Auditorium viale del Tirreno 341 (Calambrone)
27/09/2018 Così la realtà virtuale diventa uno strumento di riabilitazione per la mente e il cervello del bambino La novità assoluta in Italia per l’applicazione in età evolutiva presentata dalla Fondazione Stella Maris al Festival internazionale della robotica insieme a progetti come Care Toy, la palestrina biometccatronica per la riabilitazione dei bambini sviluppata con l’Istituto di BioRobotica del Sant’Anna; la piattaforma Tele UPCAT per la riabilitazione a domicilio; i robot umanoidi per la cura dell’autismo; le tecnologie per l’individuazione dei segni precoci di disturbi dello spettro autistico
27/09/2018 L’IRCCS Stella Maris partecipa a BRIGHT 2018, la Notte dei Ricercatori in Toscana: il 28 settembre 2018 è presenti agli stand allestiti alle Logge dei Banchi e al CNR L’IRCCS Fondazione Stella Maris di Pisa è un Istituto di ricerca per la diagnosi e la terapia dei disturbi dello sviluppo neuropsichico (DNP) che colpiscono in Italia e nel mondo 1 bambino od un adolescente su 6, un numero purtroppo in crescita. I suoi ricercatori esplorano i meccanismi più complessi della mente nello sviluppo e nella patologia
20/06/2018 Al via il più grande finanziamento mondiale in grado di trasformare il panorama della ricerca internazionale sull’autismo: tra i partner il team della Fondazione Stella Maris e Università di di Pisa Il più grande finanziamento per la ricerca scientifica nell’ambito dei disturbi del neurosviluppo è stato assegnato dall'Innovative Medicines Initiative a un consorzio internazionale guidato dall'Istituto di Psichiatria, Psicologia e Neuroscienze (IoPPN) del King's College di Londra.
Altre notizie…